OCCHIdiGATTO

SONO PRONTE A RUBARE.......SOLO COSE ASSAI RARE!!


    poesie e racconti napoletani

    Condividi
    avatar
    chica
    Admin
    Admin

    Numero di messaggi : 4594
    Età : 43
    Località : napoli
    Punti : 1480
    Data d'iscrizione : 30.12.08

    poesie e racconti napoletani

    Messaggio  chica il Dom Feb 08, 2009 3:23 am


    a livella......

    Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza
    per i defunti andare al Cimitero.
    Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
    ognuno adda tené chistu penziero.
    Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno,
    di questa triste e mesta ricorrenza,
    anch'io ci vado,e con dei fiori adorno
    il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.

    St'anno m'é capitato 'navventura...
    dopo di aver compiuto il triste omaggio.
    Madonna! si ce penzo,e che paura!,
    ma po' facette un'anema e curaggio.

    'O fatto è chisto,statemi a sentire:
    s'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
    io,tomo tomo,stavo per uscire
    buttando un occhio a qualche sepoltura.

    "Qui dorme in pace il nobile marchese
    signore di Rovigo e di Belluno
    ardimentoso eroe di mille imprese
    morto l'11 maggio del'31"

    'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto...
    ...sotto 'na croce fatta 'e lampadine;
    tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto:
    cannele,cannelotte e sei lumine.

    Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore
    nce stava 'n 'ata tomba piccerella,
    abbandunata,senza manco un fiore;
    pe' segno,sulamente 'na crucella.

    E ncoppa 'a croce appena se liggeva:
    "Esposito Gennaro - netturbino":
    guardannola,che ppena me faceva
    stu muorto senza manco nu lumino!

    Questa è la vita! 'ncapo a me penzavo...
    chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
    Stu povero maronna s'aspettava
    ca pur all'atu munno era pezzente?

    Mentre fantasticavo stu penziero,
    s'era ggià fatta quase mezanotte,
    e i'rimanette 'nchiuso priggiuniero,
    muorto 'e paura...nnanze 'e cannelotte.

    Tutto a 'nu tratto,che veco 'a luntano?
    Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia...
    Penzaje:stu fatto a me mme pare strano...
    Stongo scetato...dormo,o è fantasia?

    Ate che fantasia;era 'o Marchese:
    c'o' tubbo,'a caramella e c'o' pastrano;
    chill'ato apriesso a isso un brutto arnese;
    tutto fetente e cu 'nascopa mmano.

    E chillo certamente è don Gennaro...
    'omuorto puveriello...'o scupatore.
    'Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro:
    so' muorte e se ritirano a chest'ora?

    Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo,
    quanno 'o Marchese se fermaje 'e botto,
    s'avota e tomo tomo..calmo calmo,
    dicette a don Gennaro:"Giovanotto!

    Da Voi vorrei saper,vile carogna,
    con quale ardire e come avete osato
    di farvi seppellir,per mia vergogna,
    accanto a me che sono blasonato!

    La casta è casta e va,si,rispettata,
    ma Voi perdeste il senso e la misura;
    la Vostra salma andava,si,inumata;
    ma seppellita nella spazzatura!

    Ancora oltre sopportar non posso
    la Vostra vicinanza puzzolente,
    fa d'uopo,quindi,che cerchiate un fosso
    tra i vostri pari,tra la vostra gente"

    "Signor Marchese,nun è colpa mia,
    i'nun v'avesse fatto chistu tuorto;
    mia moglie è stata a ffa' sta fesseria,
    i' che putevo fa' si ero muorto?

    Si fosse vivo ve farrei cuntento,
    pigliasse 'a casciulella cu 'e qquatt'osse
    e proprio mo,obbj'...'nd'a stu mumento
    mme ne trasesse dinto a n'ata fossa".

    "E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
    che l'ira mia raggiunga l'eccedenza?
    Se io non fossi stato un titolato
    avrei già dato piglio alla violenza!"

    "Famme vedé..-piglia sta violenza...
    'A verità,Marché,mme so' scucciato
    'e te senti;e si perdo 'a pacienza,
    mme scordo ca so' muorto e so mazzate!...

    Ma chi te cride d'essere...nu ddio?
    Ccà dinto,'o vvuo capi,ca simmo eguale?...
    ...Muorto si'tu e muorto so' pur'io;
    ognuno comme a 'na'ato é tale e quale".

    "Lurido porco!...Come ti permetti
    paragonarti a me ch'ebbi natali
    illustri,nobilissimi e perfetti,
    da fare invidia a Principi Reali?".

    "Tu qua' Natale...Pasca e Ppifania!!!
    T''o vvuo' mettere 'ncapo...'int'a cervella
    che staje malato ancora e' fantasia?...
    'A morte 'o ssaje ched''e?...è una livella.

    'Nu rre,'nu maggistrato,'nu grand'ommo,
    trasenno stu canciello ha fatt'o punto
    c'ha perzo tutto,'a vita e pure 'o nomme:
    tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto?

    Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo,
    suppuorteme vicino-che te 'mporta?
    Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
    nuje simmo serie...appartenimmo à morte!"


    _________________

    l'ipocrisia vive sovrana nell'anima degli incapaci
    avatar
    chica
    Admin
    Admin

    Numero di messaggi : 4594
    Età : 43
    Località : napoli
    Punti : 1480
    Data d'iscrizione : 30.12.08

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  chica il Dom Feb 08, 2009 3:24 am

    Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo,
    suppuorteme vicino-che te 'mporta?
    Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
    nuje simmo serie...appartenimmo à morte!"


    questa è meravigliosa tutta .....




    puoi metterle qui anto Very Happy


    _________________

    l'ipocrisia vive sovrana nell'anima degli incapaci
    avatar
    aldiladeisogni
    neonato del forum

    Numero di messaggi : 208
    Punti : 1
    Data d'iscrizione : 06.01.09

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  aldiladeisogni il Dom Feb 08, 2009 11:57 pm

    ZUOCCOLE, TAMMORRE E FFEMMENE

    De Curtis Antonio (Totò)

    Tutte hanno scritto a Napule canzone appassiunate,
    tutt”e bellezze ‘e Napule so’ state decantate:
    da Bovio a Tagliaferri; Di Giacomo a Valente;
    in prosa vierze e musica: ma chi po’ ddì cchiù niente?
    Chi tene cchiù ‘o curaggio ‘e di’ quaccosa
    doppo ca sti puete gruosse assaie
    d’accordo songo state a ddi’ una cosa:
    ca stu paese nun se scorda maje.
    Sta Napule, riggina d”e ssirene,
    ca cchiù ‘a guardammo e cchiù ‘a vulimmo bene.
    ‘A tengo sana sana dint”e vvene,
    ‘a porto dint”o core, ch’aggia fa?
    Napule, si comme ‘o zucchero,
    terra d’amore, ch’è na rarità!
    Zuoccole, tammorre e femmene,
    è ‘o core ‘e Napule ca vo’ cantà.
    Napule, tu si’ adorabile,
    siente stu core che te vo’ di’:
    “ Zuoccole, tammorre e ffemmene,
    chi è nato a Napule nce vo’ murì “.





    grande toto'...
    avatar
    aldiladeisogni
    neonato del forum

    Numero di messaggi : 208
    Punti : 1
    Data d'iscrizione : 06.01.09

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  aldiladeisogni il Lun Feb 09, 2009 12:02 am

    NU FAZZULETTO ‘E TERRA
    Cicalese Ettore
    ‘Nu fazzuletto ‘e terra, ‘n’angulo ‘e paraviso pe’ sunnà…
    piazza San Ciro, Bellavista, ‘e pine, l’addore d”e mimose,
    ‘a Reggia, ‘o bosco, ‘a primma ferrovia…
    Puortece: chella ‘e tantu tiempo fa.
    Se campava quiete a ‘stu paese quanno screviste ‘e chella Purticesa
    ch’abbascio a ‘o Granatiello steva ‘e casa
    e ‘a chiammavano Rosa ‘a vrucculosa…
    e parlava d’Abbrile e d”e ccerase.
    Mò si vedisse ’o stesso fazzuletto comm’è arredutto,
    senza verde attuorno...e simmo cientemila…
    ‘n’esercito ‘e furmicule accucchiate
    e ‘nu vicino nun conosce a ‘n’ato!
    ‘Nu fazzuletto ‘e terra senza sciure, ‘o mare spuorco,
    ll’aria avvezziata, nun se risciata cchiù comme a ‘na vota!
    ‘Nu fazzuletto ‘e terra addò ce regna ‘a malavita, e ‘a droga
    sta avvelenanno ‘a meglia giuventù!
    Stò penzanno a “ ‘E CECATE ‘E CARAVAGGIO”,
    ‘n’atu gioiello ca screviste Tu…
    ma ‘a ggente ‘e mò nun tene cchiù coraggio:
    nun è cecata...ma nun vede cchiù!

    molto bella.....
    avatar
    chica
    Admin
    Admin

    Numero di messaggi : 4594
    Età : 43
    Località : napoli
    Punti : 1480
    Data d'iscrizione : 30.12.08

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  chica il Lun Feb 09, 2009 12:48 am

    l'ho già scritto ma lo riscrivo , tutte belle davvero....


    _________________

    l'ipocrisia vive sovrana nell'anima degli incapaci
    avatar
    aldiladeisogni
    neonato del forum

    Numero di messaggi : 208
    Punti : 1
    Data d'iscrizione : 06.01.09

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  aldiladeisogni il Mar Feb 10, 2009 1:50 pm

    QUESTA PER NAPOLI...CHE VIENE SEMPRE DESCRITTA IN MALO MODO...MA CI VIVE SOPRATTUTTO GENTE SOLARE E GENEROSA....


    NUN E' FUOCO 'E PAGLIA

    E' notte, sta Napule sonna
    criature cu''e ffacce cchiù allere
    cantannele na nonna-nonna
    'e tutta na storia d'ajere.
    Fa parte 'e ll'Europa e 'o duimila
    l'ha spaparanzato già 'a porta
    vurria se spezzassero 'e file
    'e sta guarrattella d''a sciorta.
    Città ca nun è sulamente
    nu pizzo 'e mariuole e puttane
    che campa na vita pezzente
    stentanno pe' nu muorzo 'e pane.
    E' munno che chino 'e speranza
    mo sta fravecanno 'o dimane
    pecché l'universo 'mparanza
    l'aiuta cu''a forza d''e mmane
    ch'asciuttano 'o chianto 'e criature
    crisciute 'int''a vocca d''o vico
    scetannese senza 'e ppaure
    c''o sole, nu sole ch'è amico.
    N' amico brillante e lucente
    ch'appiccia sti vicule, abbaglia,
    sarrà chesta 'a carta vincente
    oppure sarrà fuoco 'e paglia?
    na paglia ch'abbrucia ma sceta
    sta grande città, na culonna,
    ch'è fatta d'acciaro no 'e preta
    ca è vita, ca è luce, nun sonna!

    Luciano Somma




    avatar
    aldiladeisogni
    neonato del forum

    Numero di messaggi : 208
    Punti : 1
    Data d'iscrizione : 06.01.09

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  aldiladeisogni il Gio Feb 12, 2009 6:47 pm

    'A MAMMA

    Chi tene 'a mamma si che furtunato,
    pecché na mamma vale nu tesoro
    nun 'mborta ca tenesse pate é ssore
    à mamma é n'ata cosa,
    na cosa eccezzionale difficele a spiegá.
    Essa ca sempe veglia, essa ca spia sempe,
    essa ca sape tutto, senza l'addumanná .
    'A mamma è na gendarma ca patria nun pó dá,
    e quanne sta' in pericolo a primma che si chiamme
    é sempe chella llá.
    'A mamma é na putenza a nun puté emitá,
    a mamma na sapienza ca l'arte nun pó fá.
    avatar
    chica
    Admin
    Admin

    Numero di messaggi : 4594
    Età : 43
    Località : napoli
    Punti : 1480
    Data d'iscrizione : 30.12.08

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  chica il Gio Feb 12, 2009 7:30 pm

    bellissime .....cmq la vera importanza di una mamma ciò che realmente provano , lo si comprende davvero solo quando lo si diventa .....prima si può fortemente immaginare ....


    _________________

    l'ipocrisia vive sovrana nell'anima degli incapaci
    avatar
    chica
    Admin
    Admin

    Numero di messaggi : 4594
    Età : 43
    Località : napoli
    Punti : 1480
    Data d'iscrizione : 30.12.08

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  chica il Mer Apr 08, 2009 9:44 pm

    Io vulesse truvà pace;

    ma na pace senza morte.

    Una, mmieze'a tanta porte,

    s'arapesse pè campà!



    S'arapesse na matina,

    na matin' 'e primavera,

    e arrivasse fin' 'a sera

    senza dì: "nzerràte llà!"



    Senza sentere cchiù 'a ggente

    ca te dice:"io faccio...,io dico",

    senza sentere l'amico

    ca te vene a cunziglià.



    Senza senter' 'a famiglia

    ca te dice: "Ma ch' 'e fatto?"

    Senza scennere cchiù a patto

    c' 'a cuscienza e 'a dignità.



    Senza leggere 'o giurnale...

    'a nutizia impressionante,

    ch'è nu guaio pè tutte quante

    e nun tiene che ce fà.



    Senza sentere 'o duttore

    ca te spiega a malatia...

    'a ricett' in farmacia...

    l'onorario ch' 'e 'a pavà.



    Senza sentere stu core

    ca te parla 'e Cuncettina,

    Rita, Brigida, Nannina...

    Chesta sì...Chell'ata no.



    Pecchè, insomma, si vuò pace

    e nun sentere cchiù niente,

    'e 'a sperà ca sulamente

    ven' 'a morte a te piglià?



    Io vulesse truvà pace

    ma na pace senza morte.

    Una, mmiez' 'a tanta porte

    s'arapesse pè campà!



    S'arapesse na matina,

    na matin' 'e primavera,

    e arrivasse fin' 'a sera

    senza dì: "nzerràte llà!"




    _________________

    l'ipocrisia vive sovrana nell'anima degli incapaci
    avatar
    alessio
    esperto del forum
    esperto del forum

    Numero di messaggi : 2538
    Età : 48
    Località : napoli
    Punti : 1119
    Data d'iscrizione : 08.01.09

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  alessio il Gio Apr 09, 2009 4:25 pm

    non mi stancherei mai di leggerle ed ascoltarle....brave a tutte!!!!!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: poesie e racconti napoletani

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Dic 19, 2018 10:52 am